ONDE D’URTO BALISTICHE

CONTATTACI

ONDE D’URTO BALISTICHE

 

(con apparecchiatura Storz MP200)

Le onde d’urto balistiche sono generate dalla collisione di un proiettile d’acciaio contro un percussore appoggiato e premuto sulla cute della zona da trattare. Tale collisione genera un’onda sonora di deflagrazione che viene convogliata nel tessuto sottocutaneo , permettendo a tale impatto di non essere eccessivamente smorzato dai tessuti superficiali, arrivando in profondità a generare effetti di rigenerazione tissutale indotti dall’aumento massivo della vascolarizzazione locale.

Il campo d’azione è localizzato in tutte quelle patologie che necessitano di un aumento della vascolarizzazione tissutale, quindi di tutte quelle affezioni ortopediche in cui la cronicizzazione della patologia ha causato una difficoltà vascolare che non permette più la riparazione del tessuto.



Le più comuni patologie che da tale metodica trovano sollievo sono:

  • Tendinopatia o borsite calcifica della spalla
  • Tendinopatie inserzionali croniche
  • Fascite plantare (con e senza spina calcaneale)
  • Osteonecrosi in stadi precoci
  • Sindrome miofasciale
  • Lesioni muscolari senza discontinuità
  • Ulcere cutanee
  • Spasticità
  • Cellulite